MIXINART

Maurizio Pini Photographer

PhotoReportage | NAT-GO! | Omaggio a Libero Andreotti | PAG

Info Visualizzazione Galleria:

  • Click sulle anteprime per la visualizzazione completa (GRANDI).
  • Per navigare le immagini  (andare da un’immagine all’altra) è possibile utilizzare i pulsanti delle frecce:     INDIETRO [ < ]       AVANTI [ > ]
  • Nella visualizzazione GRANDE ogni immagine riporta in basso a destra il numero identificativo a 4 cifre. ES. per la prima immagine è [8233]

 

20130315 Pescia – Gipsoteca Libero Andreotti                                       

Il Collettivo NAT-GO! si esibisce nella performance:

“DeTeatralizzzaAzione – Omaggio a Libero Andreotti”

Il collettivo è composta da:

 

Omaggio a Libero Andreotti:

Scoprire, attraverso il gioco sublime della parola e dell’Arte. Questa, in sintesi. l’intima natura di Nat-Go! DeteatralizzAzioni, progetto chiamato per sua stessa vocazione, a rompere e corrompere le barriere intangibili del contemporaneo.

Sette artisti, tutti al servizio della pura fenomenologia descrittiva, parlano nel loro personale linguaggio, esprimendosi, insieme e alternativamente, in un susseguirsi sincopatico e poliedrico di canto e controcanto.

Massimo Biagi Miradario, Luis Algado, Tiziana Galli, con la loro poesia dettano il tempo di un’architettura artistica dove i singoli ingredienti, inizialmente distinti e distinguibili, si amalgamano al ritmo incalzante della parola. I testi, ispirati in parte alle sculture esposte nella Gipsoteca del Palagio di Pescia, vogliono essere un personale omaggio al grande scultore Libero Andreotti e al Museo che lo rappresenta, alla sua incredibile opera e alla forza espressiva racchiusa in quei calchi che, a distanza di anni, sembrano ancora parlare e raccontarci una storia unica e indimenticabile.

Le figure danzanti di Giuseppe e Cristina Salerno, poi, trovano spazio nel confine sottile che separa voce e silenzio, ritmo e suggestione, partendo dal tango per divenire pian piano danza universale.

La musica di Franco Baggiani reinterpreta invece se stessa e il complesso armonico concatenarsi di ciò che succede intorno, dando forma a note e sperimentazioni acustiche.

Nascono così, dallo scambio e dall’incontro di questi meravigliosi universi paralleli, i grafismi astratti ed evocativi di Beatrice Pieroni Lubè, chiamata a leggere, tradurre e concretizzare in segni i suoni, le parole, i passi, come una sorta di sismografo dell’anima che tutto ascolta e registra.

Infine. le sculture da indossare di Giordano Pini si incastonano perfettamente in questo universo parallelo che parte dal movimento, anche soltanto immaginato, per poi abbracciare il tutto.

NAT-GO! va quindi al di là della semplice lettura poetica, motivo e punto di partenza della performance, divenendo invece operazione totale di body-art. Il corpo si fa per la prima volta strumento e mezzo per veicolare in maniera esclusiva i messaggi, in un processo de-teatrale, non costruito a tavolino cioè, ma affidato alla spontaneità e all’improvvisazione del gesto.

Introduce Fabiola Moretti.

Testo critico di Stefano Gambini.

 

 

Invalid Displayed Gallery

 

Il COLLETTICO NAT-GO DETEATRALIZZ-AZIONI NASCE DAL FELICE INCONTRO DI:

Franco Baggiani, Pontassieve: trombettista e compositore attivo professionalmente dal 1988, ha tenuto concerti in tutta Italia ed in Europa, ha al suo attivo oltre 30 album di cui 20 a nome proprio.
La sua discografia spazia dal jazz alla musica informale contemporanea, direttore e fondatore delle scuola di musica “Sound”, dal 2001 è direttore della scuola di musica di Pontassieve.
Ha diretto numerose orchestre jazz, da camera ed alcune filarmoniche di stampo tradizionale.
Compositore ed arrangiatore ha scritto per il teatro, per la televisione e per vari ensemble ed orchestre da lui dirette.
Maggiori info su www.francobaggiani.it
La sua discografia si trova su www.soundrecords.it etichetta da lui fondata nel 1998.

Massimo Biagi / Miradario, Marliana: dove vive e lavora. Studia a Pistoia e Firenze e si interessa prestissimo all’arte. Nel 1977 nello studio di Via Dante a Montecatini Terme teorizza con opere e manifesti una nuova sensibilità segnica che va sotto il nome di Graficismo ed entra in contatto con grandi personaggi della cultura come P. Restany, G. Gori, M. Nigro, G. Michelucci, P. Conti e il nobel per la letteratura Samuel Beckett.
Partecipa con opere grafiche al 1° convegno di “Critica Zero“ al palazzo comunale di Montecatini T.
Espone libri d’artista al M.O.M.A di New York e successivamente al Peggy Guggenheim di Venezia, alla biblioteca nazionale di Firenze, al salone del libro di Torino e al Book Fair di Chicago.
Nel 1996 personale al Museo d’arte moderna Monsummano terme dal titolo “Dal Graficismo all’Eccitoplastica”.
Nle 2005 pubblica il libro “Miradario”, quasi il libro della rinascita, edito dagli GLI ORI Editori e presentato in varie sedi dal filosofo S. Givone, A. Brancolini, S. Simoncini, A. Vezzosi ed altri.
Nel 2007 ritrae il poeta Roberto Carifi in innumerevoli disegni ed elaborazioni computerizzate dal titolo “Carigrafi“.
E’ del 2006 la mostra antologica all’Accademia D’arte di Montecatini Terme.
E’ presente a “Arteforte” fiera d’arte Forte dei Marmi, “Artefiera” di Genova e Reggio Emilia.
Collabora con il Gruppo GTA, con lo studio di Architettura OPEN e con gli architetti Vannucci e Baselli per l’inserimento di grandi opere plastico pittoriche all’interno di progetti di architettura.
Nel 2010 “Teatro del Ricordo“ Fondazione Jorio Vivarelli, Pistoia. “Convivio” Ceramiche e interventi d’arte; Galleria Vanucci, Ristorante Aoristò, Librearia Di via Dell’ospizio. “Arte del XX secolo nelle collezioni delle Fondazioni bancarie di Venezia e Pistoia” Palazzo Fabroni Pistoia. Lippi e Biagi “Il corpo dell’immagine” Liceo artistico Petrocchi, Pistoia.
Nel 2011 “Omaggio a Nencini” Galleria Vannucci, “Pistoia. Musica e arte” Galleria Vannucci Pistoia .
“Arte e Ambiente” Stefano Gambini su Massimo Biagi ed altro.
Nel 2012 Studio LATO “Graficismo e dintorni“, Prato. Galleria Die Mauer, “Camera Creativa“ opere figuratiste e pièce. Galleria Die Mauer serata culturale sulla “Poltrona del Collezionista”, foto di Carlo Chiavacci. Museo Pecci, Incontro e discussione sull’opera “Protesta” realizzata per il centro sociale
Fornaci di Pistoia, con il contributo di Vannucci e Cipriani. MCTerme 2011 (Con)temporary Art Gallery, opere graficiste e figuratiste.
Nel 2013 “MOCA” Museo d’arte Contemporanea Montecatini Terme. “Libri d’Artista” Galleria Maeght Parigi.
Dal 1990 si interessa di scrittura creativa realizzando piecè e letture in spazi pubblici e privati. Attualmente lavora alla realizzazione di opere ceramiche, collabora con il gruppo NAT-GO, il gruppo AUTOBIRO e con il musicista inglese David Ryan con piecè ed attività de-attoriali.

Tiziana Galli, Prato: vive e lavora a Seano-Carmignano PO
Tecnico di moda diplomata alla Fashion School “Istituto Carlo Secoli” di Milano, dal 1979 al 1984 ha lavorato presso il Lanificio Sangiovanni di Prato, dal 1986 al 2009 è impiegata Settore Moda come Responsabile alla Produzione-Vendite-Acquisti.
Negli anni 2009/2011 frequenta la Scuola di Teatro dell’Arte di Narrare di Carmignano
diretto da Gionni Voltan, con la quale vengono messi in scena diversi spettacoli nel Comune di
Carmignano e Prato, tra cui:
2009 – Novecento di Baricco – 2009 – Due Chiacchiere al Parco – 2010 – Marzo/Maggio – L’isola degli Smemorati (in quattro date) – 2010 – Luglio – Il piccolo principe al chiar di luna (progetto della Regione Toscana “Le notti dell’archeologia” a Pietramarina Carmignano) – 2011 -Italiani –
Prende lezioni di Chitarra Acustica e frequenta corsi vari di attività creative, manuali e dell’anima (Percorsi di consapevolezza)
Dal 2012 è imprenditrice nella società Tipografia Grafica Azzurra.
In questi ultimi tre anni è voce e presenza scenica:
2010 -Maggio – Cantore dell’ottavo Canto del Paradiso (Carlo Martello) a Firenze in:
All’Improvviso Dante – 100 Canti per Firenze – Direttore artistico Franco Palmieri.
Donatrice di Voce leggendo e registrando Audiolibri per Disabili Visivi c/o: Centro
Internazionale del Libro Parlato A. Sernagiotto – Banca Voce ONLUS Feltre Belluno-
2011 – Da stasera leggo io (letture in concomitanza con l’Anno Internazionale delle Foreste) serata di reading di letture nel Parco Museo Quinto Martini di Seano
2011 – Orpheus Effetti Collaterali – di Antonio Davide – Abbazia dei Ruoti reading con Gionni Voltan letture di Pavese e altro su Orfeo e Euridice
2011/2012 Yo soy el Tango di Luis Algado – Galleria Die Mauer/Teatro del Sale/Melbook Fi/LoSpazio PT/Villa di Groppoli PT/Fattoria Bacchereto.
2012 – Lettura e registrazione racconto di Saverio Mercati.
2012 – Nat-Go Deteatralizz-Azioni con Massimo Biagi, Luis Algado, Lubè, Giuseppe e Cristina Salerno, Franco Baggiani, Fabiola Moretti etc..

Luigi Marchioni (in arte Luis Algado), Napoli: giornalista e fotografo fiorentino, dopo la laurea in giurisprudenza (conseguita con la tesi “Globalizzazione e trasformazione del diritto”) ha collaborato per diversi anni con il quotidiano “La Nazione” e col settimanale “Metropoli”, in qualità di inviato dal Tribunale, dalla Procura della Repubblica e dalla Corte d’Appello di Firenze. Attualmente impegnato per la pagina fiorentina de “Il Corriere della Sera”, si occupa principalmente di arte e spettacolo. Nel 2012 ha assunto la qualifica di Direttore Responsabile per il periodico di cultura “Civico”.
Vincitore nel 2001 del Premio Selezione Giovani Poeti Contemporanei, cui è seguita la pubblicazione della silloge “Con ali di Icaro”.
Nel 2007 allestimento della mostra fotografica personale “Settignano, un luogo fuori dal tempo”.
Nel 2011 pubblicazione con la Casa Editrice Edizioni della Meridiana della raccolta di poesie e testi teatrali “Yo soy el Tango”, da cui è nata l’omonima rappresentazione attualmente in tournée fra teatri e luoghi di cultura della Toscana.
Vincitore del premio Nazionale di Poesia “Città di Rufina Gian Carlo Montagni 2011”, con la lirica “Tango di-vino (Tango del Desiderio)”.
Vincitore del Premio Nazionale di Poesia “Albingaunum – Città delle Torri 2011”, con la raccolta di poesie “Yo soy el Tango”.
Quarto classificato al Premio Letterario “Ghiotto Zini 2011” con la poesia “Oltremare”.
Quarto classificato al Premio Nazionale di Poesia “Vento Nuovo 2011” con la lirica “Reverie…”.
Finalista al Premio Letterario “Gabriele Olivieri 2011” con il racconto “Tango dell’Attesa”.
Terzo classificato al Premio Internazionale di Poesia “Semaforo Rosso 2012” con la lirica “Tango dei giorni dispari”.
Partecipazione al “Premio Calvino 2011” con la serie di racconti “Acrilico”.
Impegnato nella stesura di articoli per il mensile “Il Governo delle Idee” edito da Andrea Ulivi.
Fondatore nel 2012 dell’Associazione Culturale “Open Industries” Industrie Contemporanee dell’Arte.
Nel 2012 autore insieme a Massimo Biagi Miradario della pièce de-attoriale “Nat-Go! Deteatralizz-Azioni”.

Fabiola Moretti, Pistoia: Designer, da sempre vicina al mondo dell’arte contemporanea, partecipa, coadiuva e sostiene le attività del gruppo Nat-Go Deteatralizz-Azioni fin dalla sua formazione.

Beatrice Pieroni Lubé, Prato: diplomata nel 1995 in Maestra d’Arte all’Istituto Petrocchi di Pistoia, ha conseguito la specializzazione in arredamento e architettura svolgendo fino al 2011 l’attività di interior designer. Sperimentatrice e ricercatrice pittorica, ha da sempre coniato nuovi stili e modalità espressive, arrivando a forgiare nel tempo un linguaggio del tutto innovativo e personale.
Ottobre 2009, “Lubé for Maya” esposizione personale, opere in show room, Galluzzo, Firenze
Novembre 2009 “Arte in Piazza Mino” esposizione personale, Fiesole, Firenze
Dicembre 2009 “Utopia” esposizione collettiva nell’ambito della rassegna Tortona Creativity, Milan
Febbraio/aprile 2010 esposizione collettiva presso la Galleria Pananti, Firenze
Febbraio 2011 “Antitesi” esposizione personale, Over Arredodesign, Prato
Luglio 2011 “Post-it” installazione nell’ambito dello spettacolo “Yo soy el Tango”, Galleria Die Mauer Arte Contemporanea, Prato.
Settembre 2011 “Il Villaggio Di Carta” installazioni, Teatro del Sale, Firenze.
Gennaio 2012 “Progetto Micro/2” esposizione collettiva opere piccolo formato – Galleria L’Acanto – Auditorium P.I.M.E. – Centro Diurno Ospedale San Carlo Borromeo – Galleria Rocco Basciano Art Gallery – Circuiti Dinamici – Atelier Chagall Naviglio Grande – (Milano).
Febbraio 2012 “Fil Rouge” esposizione personale, Palazzo Panciatichi, Firenze
Aprile 2012 “Macromolecole” esposizione personale, Villa di Groppoli, Pistoia
Maggio 2012 “Synthesis lo sguardo di-vino del contemporaneo” esposizione collettiva, Fattoria di Bacchereto, Carmignano, Prato
Luglio 2012 “Nosotras Frida” esposizione collettiva, Atelier Giardino Colgante, Prato
Settembre 2012 Mail Art «100 anos de la Aviaciòn Civil Venezuelana», INAC Altamira, Caracas (Venezuela)
Luglio/ottobre 2012 “Nat-Go! Deteatralizz-azioni” installazioni e performance di Arte Contemporanea, Galleria Die Mauer (Prato), Aria Art Gallery (Firenze), Villa di Groppoli (Pistoia).
Maggiori info su www.beatricepieroni.it

Giordano Pini, Pistoia: ha studiato presso l’Istituto d’Arte P.Petrocchi di Pistoia dal 1975 al 1980 conseguendo il diploma di maturità artistica con indirizzo “arte dei metalli”, instaurando un’amicizia con Umberto Bovi (insegnante di laboratorio) e Jorio Vivarelli (insegnante di disegno professionale).
Fin da giovane sperimenta le tecniche della lavorazione orafa. Dal 1981 al 2003 si dedica all’insegnamento e anche alla produzione orafo-scultorea.
Nel 1978 è autore di una “Medaglia per la comunità Montana Acquerino- Felcinaia” di Pistoia. Produce una serie di esemplari per la Triennale della Medaglia d’Arte. A metà degli anni ‘80 collabora con la ditta Mancadori di Milano per la produzione di originalissime opere di gioielleria.
Nel 1994 realizza il monumento commemorativo per le vittime civili del bombardamento di Piteccio (PT), avvenuto durante la seconda guerra mondiale.
Del 2006 è la scultura “Pianeta Musicante – dedicato a Marina” permanentemente esposta a Pistoia nel Museo Marino Marini.
Nel 2006 è socio fondatore insieme a Luciano Barale, Amerigo Folchi e Marco Rindori del “GPKaribu“ (Gruppo Progetto Karibu) Promozione Arte e Cultura – Associazione Onlus (Pubblicazione nota sul GPKaribu nel volume “Artisti Toscani nel XXI° Secolo – Rotini Arte”)
Dal 1981 ad oggi partecipa a numerose esposizioni collettive e personali in Italia e all‘estero, coniando per le proprie opere il termine “Sculture da indossare”.
2012 -[Personale] Collezione Sculture-Gioielli – Arte per la Ricerca FiorGen – Uffizi – Regie Poste (FI)
2013 -[Personale] Collezione Sculture-Gioielli – Arte per la Ricerca FiorGen – Palazzo Giugni (FI) Sede Lyceum Club Internazionale di Firenze – Fotografia: Maurizio Pini
Due opere di Giordano Pini sono presenti nelle collezioni del gioiello contemporaneo presso il Museo degli Argenti di Palazzo Pitti a Firenze.
Con il gruppo Nat-Go Deteatralizz-Azzioni realizza le sue opere “Sculture da indossare” ispirate alle tematiche delle performance.
Maggiori info su www.giordanopini.it

Stefano Gambini, Pistoia: ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Firenze, al corso del pittore Fernando Farulli. Ha lavorato per molti anni a Pistoia al Liceo Artistico “P. Petrocchi”, dove ha insegnato Arte dell’Oreficeria. Attualmente insegna all’Istituto Mantellate e alla Cino da Pistoia, come professore di Arte e Immagine. Col CIDDO (Centro Internazionale di Didattica Operativa) ha pubblicato i seguenti scritti: “Giochi dell’Arte – Conedon o Hedon le due alternative” (2008); “Il Vaso di Miradario” (2008); “The Eye” (2009); “Consonanze” (2009); “ArteAmbiente, Ä={[X(QL◊SP)]R}” (2011); “Dialogo tra un’Anima e una Mente” (2012).
Attualmente realizza testi critici, con accurate analisi testuali, categoriali, collaborando con un gruppo di artisti che operano nelle “azioni deteatralizzanti” (Nat-Go; La Pasione secondo Miradario).

Giuseppe e Cristina Salerno, Firenze: Maestri ballerini e Coreografi diplomati, (ANMB Associazione Nazionale Maestri di Ballo), iniziano a studiare sin da piccoli Danza Classica, Danza Moderna, Jazz, Latino-americano, Danze Caraibiche.
Studiano Tango Argentino con i migliori insegnanti, recandosi in Argentina per tre anni consecutivi.
Hanno partecipato a diverse trasmissioni televisive come: “La vita in diretta”, “Buona Domenica”, “Campioni di ballo”, “Alle falde del Kilimangiaro”, “Vivere bene”, “Il giro d’Italia”.
Insegnano ora a Scandicci e Firenze.
Maggiori info su www.passiondetango.com